Come scegliere la vetrina refrigerata per pasticceria

7 Mar 2017 | Arredo Pasticceria



La vetrina refrigerata per pasticceria è un un complemento d’arredo funzionale che unisce tecnologie di refrigerazione per alimenti e design. Leggi la guida per conoscerne caratteristiche, tipologie, e come scegliere le  migliori vetrine refrigerate per pasticceria in base a criteri di qualità, prezzo e offerte.

Quando si parla di pasticceria in Italia si parla di storia, cultura, tradizione e arte. E come un bel quadro ha una bella cornice, un buon dolce ha bisogno di una vetrina come si conviene con le giuste caratteristiche tecniche. I prodotti che sono confezionati hanno diverse esigenze di conservazione ed esposizione e una vetrina adeguata deve soddisfare queste esigenze.

Entrando in un locale non solo si vuole esser deliziati dagli arredi e dai colori dei pasticcini, ma si vuol aver la certezza che ciò che acquisteremo sarà di qualità e ottimamente conservato.

Quando si parla di pasticceria non si parla solo di biscotti o cioccolatini, ma di prodotti confezionati con creme e uova che necessitano di temperature precise, controllate e diverse da specialità a specialità.

In uno stesso ambiente  bisogna organizzare prodotti caldi per la vendita al dettaglio come cornetti e paste tiepide per la prima colazione, cioccolatini artigianali, torte gelato e dolcetti tradizionali.

Si può optare per diversi espositori o scegliere le soluzioni uniche che le case costruttrici offrono. Bisogna controllare che le temperature siano sempre sotto controllo e che i diversi componenti rispettino gli standard richiesti.

  • gelato -15, -22 gradi °C
  • pasticceria +2, +10 gradi °C
  • cioccolato +14, +16 gradi °C

I prodotti, attualmente proposti al compito hanno raggiunto un livello tecnologico altissimo che consente l’esposizione a temperature positive e negative. I materiali con cui sono fabbricate permettono l’isolamento termico e la ventilazione separata da comparto a comparto, portando ad un notevole risparmio di spazio sopratutto per quei locali di metratura ridotta.

Le trasparenze dei vetri nascondono impianti di riscaldamento che permettono a cornetti e paste destinati al consumo su posto di venir servite tiepide, torte e pasticcini conserveranno la loro freschezza grazie alle temperature controllate, ai dispositivi anti appannamento e ai dissipatori di umidità e i cioccolatini conserveranno intatte le loro qualità organolettiche senza la formazione di brina o macchie di burro sulla superficie.

I materiali utilizzati per una vetrina refrigerata per pasticceria sono preferibilmente: acciaio, vetri temperati riscaldati e pirolitici, alluminio estruso, controllo elettronico delle temperature e dell’umidità sono inglobati dalle forme che i designer e i progettisti creano per ogni esigenza.

Dal classico al contemporaneo, dal legno al plexiglas, dall’esposizione in verticale a quella orizzontale, dalle forme squadrate e moderne, a quelle curvilinee o rotonde del classico, i disegni e le proposte sono pressoché infinite e non solo dal punto di vista estetico.

Conservazione, controllo dell’umidità e consumi contenuti, partecipano all’economia del locale facendo si che la merce venga conservata ed esposta in modo ottimale e garantendo al cliente genuinità e freschezza. All’acquisto di una vetrina refrigerata per pasticceria questi saranno i requisiti indispensabili per esser sicuri di avere successo.


[Voti: 28    Media Voto: 4.6/5]