Come arredare una gelateria in stile classico



Cos’è lo stile classico? E’ quella foggia che reinterpreta legni e tessuti? O che richiama lo stile morbido degli anni ’50 made in USA? O ancora si rifà al decorato o fiorito stile Liberty? Quando si parla di questo stile nell’ambito di una gelateria, tutte le varianti sono accolte.

A seconda della location del locale o del gusto del proprietario, l’interpretazione varia moltissimo. La fantasia, tipica del prodotto commerciato, trova eco nel mobilio.

Punti fissi di questo arredare sono i legni ed i materiali che contribuiscono alla morbidezza di forme e colori. Infatti che si vada dal liberty al country passando per marmi e maioliche, il legno e i colori neutri regnano incontrastati.

Il legno, morbido e trattato per sembrare una materia plastica, assumerà forme avvolgenti. I colori scuri sono vietati. Le nuance non si spingono oltre al rovere. Le bordature, le spalliere delle sedie e i richiami su frigoriferi e vetrine saranno dorati o argentati, caldi ma mai opulenti o pacchiani.

Le vetrine gelato, disposte una di seguito all’altra o in contrapposizione, saranno inglobate in costruzioni lignee di una morbidezza impensabile sino a qualche decennio fa.

I colori del legno, a seconda del tema, oseranno al di là delle tinte naturali. Dai gialli tenui di un richiamo liberty agli azzurri e verdi pastello dei favolosi anni ’50, alla riproduzione di mattonelle e maioliche della classicità mediterranea.

Le decorazioni si faranno tondeggianti o simili a cesellature ma mai esagerate. In fondo si tratta di reinterpretare non di esacerbare.

Gli acciai e i vetri troveranno una naturale collocazione in tutte le sfumature di questa foggia. Nella loro neutralità, nel loro inserirsi nel contesto, portano un’idea di qualità e freschezza che favorisce l’acquisto del prodotto. La facilità con cui si lavorano le rende duttili e pieghevoli ad ogni volere dell’artigiano che le tratta.

I tessuti. Se la gelateria prevede anche un angolo per la consumazione al tavolo, le sedute e i tavolini si rifaranno al tema principale esaltandolo. Se la vetrina avrà come colore il ciliegio e il panna, le sedute, le tovaglie e le tende giocheranno con queste sfumature.

I materiali però dovranno essere obbligatoriamente lavabili considerato il prodotto che si commercia. Dai vinili ai cotoni, dai velluti al jeans tutto dovrà essere reinterpretato in chiave leggera, di facile pulizia e freschezza.

Non si può parlare di uno stile uniforme e standardizzato ma di una categoria che ingloba i classici di ogni periodo. Ogni riproposizione però ha un unico compito, quello di esaltare il gelato nella sua freschezza e bontà e di inebriare la vista del cliente con la sua pacatezza e morbidezza.


[Voti: 23    Media Voto: 4.9/5]